Raccolta di prose e lettere scritte nel secolo XVIII.: Elogi

Cover
Società tipog. de' classici italiani, 1829
 

Was andere dazu sagen - Rezension schreiben

Es wurden keine Rezensionen gefunden.

Ausgewählte Seiten

Inhalt

Andere Ausgaben - Alle anzeigen

Häufige Begriffe und Wortgruppen

Beliebte Passagen

Seite 344 - ... perché, procedendo di pari dal Verbo divino la Scrittura Sacra e la natura, quella come dettatura dello Spirito Santo, e questa come osservantissima esecutrice de gli ordini di Dio; ed essendo, di più, convenuto nelle Scritture, per accomodarsi all'intendimento dell'universale, dir...
Seite 317 - La filosofia è scritta in questo grandissimo libro che continuamente ci sta aperto innanzi agli occhi (io dico l'universo), ma non si può intendere se prima non s'impara a intender la lingua e conoscer i caratteri ne' quali è scritto. Egli è scritto in lingua matematica, ei caratteri son triangoli, cerchi ed altre figure geometriche, senza i quali mezzi è impossibile a intenderne umanamente parola; senza questi è un aggirarsi vanamente per un oscuro...
Seite 345 - ... per luoghi della Scrittura che avessero nelle parole diverso sembiante ; poi che non ogni detto della Scrittura è legato a obblighi così severi com'ogni effetto di natura, né meno eccellentemente ci si scuopre Iddio negli effetti di natura che ne...
Seite 350 - Seicento. natalmente risiede in noi, e non dipende da' corpi tangibili che per la pura diversità delle particelle, liscie o scabrose, acute o ottuse, dure o cedenti. E Slmilmente fece vedere come le minime particelle de' corpi, o sciogliendosi sopra la lingua, e penetrando al di dentro, o sollevandosi sino alle piccole papillette che sono l'organo dell'odorato, secondo la varia loro figura, numero e moto possano produrre tutte le differenze che conosciamo de...
Seite 96 - Cavalieri) legali insieme con certi vincoli, che aspirando ad una specie d'impero sulle opinioni e sugli affari degli uomini, osarono di assumere la direzione delle pubbliche scuole: ma non avendo né lumi sufficienti , né viste abbastanza grandi per la pubblica educazione, anzi facendo servire gli stessi studj ad altre viste particolari con moltiplicarli e organizzarli a modo loro, contribuirono sistematicamente a fissarne la semplice mediocrità.
Seite 36 - ... teologi nella contemplazione della Divinità. Dotto di tante scienze, versato in tanti idiomi, per la dimestichezza delle storie a tutte le età presente ea tutti i fatti memorabili, secondo il suo secolo non inelegante poeta, non ignaro in qualunque genere di erudizione, io non veggo qual titolo a lui manchi, perché, come non si dubitò di annoverarlo tra i sommi condottieri, così non se gli nieghi luogo tra i sommi letterati.
Seite 52 - Raimondo lo pianse con lagrime sincere e generose; parendogli che non potesse giammai bastevolmente deplorarsi la perdita del maggiore degli uomini, siccome ei si espresse, e di colui che parve nato per onore dell...
Seite 350 - ... odori; e come pure i tremori eccitati in un corpo sonoro, e trasfusi per l'aria sino al timpano dell'orecchio, secondo che sono più o meno celeri, ci possano rappresentare tutte le differenze de' suoni acuti e gravi. Sono adesso divenute volgari queste verità così semplici, e l'altre idee, che propose intorno alla natura ed analogia del calore, del fuoco e della luce. Mentre avendo chiamato col nome generale di fuoco una moltitudine di piccolissimi corpicciuoli, figurati in tal modo e mossi...
Seite 308 - Copernico sopra le rivoluzioni celesti 3 è il colpo più ardito e grande che siasi fatto dopo la decadenza delle scienze e l'universale avvilimento della ragione umana. Vi voleva tutto il fervore dell'immaginazione per sollevarsi la prima volta contro il testimonio de' sensi, e attribuire alla sola terra tutte le apparenze 1.
Seite 349 - ... corpi, ma sono pure affezioni de' nostri sensi. Ed è singolare la semplicità e l'eleganza con cui arrivò a stabilire tutte le parti di questa generale teoria. Mentre incominciando dalla volgare esperienza d'una penna leggermente fregata, che in qualsivoglia parte del corpo facendo, quanto a sé, l'impressione medesima di toccarlo e di muoverlo, eccita però tra gli occhi e il naso, o sotto le narici, una titillazione quasi intollerabile, e altrove appena si fa sentire, mostrò egli con tutta...

Bibliografische Informationen