Opere di Galileo Galilei ...

Cover
Dalla Società tipografica de' classici italiani, 1808
 

Was andere dazu sagen - Rezension schreiben

Es wurden keine Rezensionen gefunden.

Ausgewählte Seiten

Andere Ausgaben - Alle anzeigen

Häufige Begriffe und Wortgruppen

Beliebte Passagen

Seite 59 - Era perciò provvisto di pochissimi libri, ma questi de' migliori e di prima classe ; lodava bensì il vedere quanto in filosofia e geometria era stato scritto di buono, per...
Seite 58 - ... estate, in una villa del contado di Padova; dove postisi in una stanza assai fresca, per fuggir l' ore più nojose del giorno, e quivi addormentatisi tutti, fu inavvertentemente da un servo aperta una finestra per la quale solevasi, sol per delizia, sprigionare un perpetuo vento artifizioso, generato da moti e cadute d'acque, che quivi appresso scorrevano.
Seite 60 - Ebbe assai più in odio l' avarizia che la prodigalità. Non risparmiò a spesa alcuna in far varie prove e osservazioni per conseguire notizie di nuove e ammirabili conseguenze. Spese liberalmente in sollevare i depressi, in ricevere e onorare i forestieri, in somministrare le comodità necessario a...
Seite 12 - ... più gravi. Udì i precetti della logica da un padre Valombrosano, ma però quei termini dialettici , le tante definizioni e distinzioni, la moltiplicità degli scritti, l'ordine e il progresso della dottrina, tutto riusciva tedioso , di poco frutto e di minor soddisfazione al suo esquisito intelletto.
Seite 63 - ... la riconosceva totalmente dalle replicate letture di quel Poema, scorgendo in esso una prerogativa propria del buono, cioè, che quante volte lo rileggeva , sempre maggiori vi scopriva le maraviglie e le perfezioni : confermando ciò con due versi di Dante, ridotti a suo senso: Io non lo lessi tante volte ancora, Ch' io non trovassi in lui nuova bellezza.
Seite 13 - ... primi professori di que' tempi in Firenze e in Pisa, essendo in tale strumento ricchissimo d" invenzione, e superando nella gentilezza e grazia del toccarlo il medesimo padre; qual soavità di maniera conservò sempre sino alii ultimi giorni...
Seite 63 - Jacopo Mazzoni, al quale finalmente la diede, ma poi non potè mai recuperarla, dolendosi alcuna volta con sentimento della perdita di tale studio, nel quale egli stesso diceva avere avuto qualche compiacenza e diletto.
Seite 44 - ... alzata di spalle; solito rifugio di chi è persuaso per pregiudizio e per anticipata opinione. Finalmente fui obbligato di ritrattare come vero cattolico questa mia opinione, e in pena mi fu proibito il Dialogo; e dopo cinque mesi licenziato di Roma ( in tempo che la città di Firenze era infetta di peste ) , mi fu...
Seite 391 - Gran Duca di Toscana, intorno alle cose, che stanno in su l'acqua, o che in quella si muovono, di GALILEO GALILEI Filosofo, e Matematico della Medesima Altezza Serenissima.
Seite 63 - Parlava dell'Ariosto con varie sentenze di stima e di ammirazione; ed essendo ricercato del suo parere sopra i due poemi dell'Ariosto e del Tasso, sfuggiva prima le comparazioni come odiose, ma poi necessitato a rispondere, diceva che gli pareva più bello il Tasso, ma che gli piaceva più l'Ariosto, soggiungendo che quegli diceva parole, e questi cose.

Bibliografische Informationen