Scritti editi e inediti, Band 1

Cover
G. Barbèra, 1868 - 427 Seiten
 

Was andere dazu sagen - Rezension schreiben

Es wurden keine Rezensionen gefunden.

Ausgewählte Seiten

Andere Ausgaben - Alle anzeigen

Häufige Begriffe und Wortgruppen

Beliebte Passagen

Seite 73 - Invio a VE un Occhialino per vedere da vicino le cose minime, del quale spero che ella sia per prendersi gusto, e trattenimento non piccolo, che così accade a me. Ho tardato a mandarlo, perché non 1' ho prima ridotto a perfezione, avendo avuto difficoltà nel ritrovare il modo di lavorare i cristalli perfettamente. L...
Seite 227 - Enfin le renouvellement de la vraie philosophie a rendu les académies de mathématique et de physique si nécessaires, qu'il s'en est établi aussi en Italie, quoique, d'ailleurs, ces sortes de sciences ne...
Seite 371 - Prospetti numerici e grafici, i quali agevolino il colpo d' occhio sull' andamento dei diversi fenomeni in tutta l' estensione della nostra Penisola. Questi Prospetti da primo imperfetti ed incompleti, potran(i) Vtìdi la Memoria sulla necessità di stabilire un regolare sistema di osservazioni di Fisica terrestre ed atmosferica, letta alla Sezione di Fisica pella prima Riunione degli Scienziati Italiani, stampata in Firenze nel 1840///• 25 : I ; : » V ' 1 • * 1 • .M' ; -vi '::ì; ! "i FV...
Seite 73 - Deesi ancora usarlo nell' aria molto serena e lucida, e meglio è al Sole medesimo, ricercandosi che l' oggetto sia illuminato assai. Io ho contemplato moltissimi animalucci con infinita ammirazione, tra i quali la pulce è ' orribilissima, la zanzara e la tignuola sono bellissime e...
Seite 73 - ... nel guardare gli oggetti, che hanno rilievo , bisogna poter avvicinare e discostare il vetro , secondo che si guarda questa o quella parte ie perciò il cannoncino si è fatto mobile nel suo piede, o guida che dir la vogliamo.
Seite 42 - ... la convessa gli accresce bene, ma gli mostra assai indistinti ed abbagliati; adunque un vetro solo non basta per produr l'effetto. Passando poi a...
Seite 28 - Replicando poi altre volte lo scherzo, strisciando ora con maggiore ed ora con minore velocità, il sibilo riusciva di tuono or più acuto ed or più grave, ed osservai i segni fatti nel suono più acuto esser più spessi, e quelli del più grave più radi, e...
Seite 28 - Raschiando con uno scarpello di ferro tagliente una piastra d'ottone per levarle alcune macchie, nel muovervi sopra lo scarpello con velocità, sentii una volta e due, tra molte strisciate, fischiare e uscirne un sibilo molto gagliardo e chiaro; e guardando sopra la piastra, veddi un lungo ordine di virgolette sottili, tra di loro parallele e per egualissimi intervalli l'una dall'altra distanti.
Seite 86 - ... con che era scritto erano le proposizioni, le figure e le conclusioni geometriche, per lo cui solo mezzo potevasi penetrare alcuno degl'infiniti misteri dell'istessa Natura. Era per ciò provvisto di pochissimi libri, ma questi de
Seite 73 - ... rilievo, bisogna poter avvicinare e discostare il vetro, secondo che si guarda questa o quella parte ; e perciò il cannoncino si è fatto mobile nel suo piede, o guida che dir 'la vogliamo . Deesi ancora usarlo nell' aria molto serena e lucida, e meglio è al Sole medesimo, ricercandosi che l' oggetto sia illuminato assai.

Bibliografische Informationen